Stanco di vivere nell’incertezza? Ascolta Jovanotti e guarda Grey’s Anatomy

La maturità è la capacità di sopportare l’incertezza. (John Huston Finley)

Facile allora!
Certo, come no.
E intanto, ogni giorno, mandi decine di curriculum e non sai se ti risponderanno e quando;
invii preventivi ai tuoi clienti sperando che qualcuno accenni a darti un feedback;
ti svegli, ogni mattino, e sai già che dovrai gestire 1000 emozioni contrastanti perché non sai cosa succederà, ma soprattutto non sai se succederà quanto auspichi. Nell’arco di un’ora alterni stati borderline tra “Posso farcela!” e “Oddio, basta! Mollo tutto!”.
Vuoi, lo vuoi fortemente che qualcosa accada ma “chissà, vediamo“.

E così cominci a cambiare le abitudini più piccole, illudendoti di aver controllo sulla tua situazione di incertezza, perché da qualche parte ti hanno detto che il cambiamento può esserci ogni giorno, a partire dalle piccole cose, e non è necessario cercarlo all’interno di un evento straordinario.
Insomma il cambiamento potrebbe essere dietro l’angolo; intanto però, non si sa mai, tu aspetta provando a navigare in questa incertezza quotidiana.

Di cambiamento dietro l’angolo ne parla proprio una rinomata Serie di Televisiva: Grey’s Anatomy.
Occhio: non è così banale come sembra. Leggete un po’.

Pensiamo che i grandi cambiamenti della nostra vita avvengano lentamente, col tempo, ma non è vero. Le grandi cose avvengono in un istante. Diventare adulto, diventare genitore, diventare medico, prima non lo eri e un attimo dopo lo diventi. Qualsiasi medico sa dire con esattezza il momento in cui è diventato medico e di solito non è il giorno in cui si è laureato in medicina. Qualunque esso sia, nessuno lo dimentica. A volte non ti accorgi nemmeno che qualcosa è cambiato, credi di essere sempre tu e che la tua vita sia sempre la tua vita, invece un giorno ti svegli, ti guardi intorno e non riconosci niente, assolutamente niente.

Quanto è difficile convivere con la sensazione di incertezza… che forse qualcosa quel giorno può cambiare, in positivo?

Vivere nell’incertezza a volte è effettivamente una scelta (penso a chi come me ha deciso di intraprendere la strada del libero professionista: l’incertezza fatta professione), altre volte è una situazione un po’ forzata (penso a chi ha perso il lavoro o a chi, invece, vorrebbe solo costruire un percorso professionale da capo).

In un caso, o nell’altro, qualcosa si può fare.
Il vivere nell’incertezza non deve essere un alibi ma una consapevolezza dalla quale partire.

  1. Mantieni la Calma e non farti prendere dalle Vertigini.
    Ogni giorno poniti piccoli obiettivi raggiungibili, non stra-fare! Piccoli passi quotidiani senza farti venire le vertigini per la troppa ambizione o per la bramosia di trovare… lavoro… adesso… subito!
    In questi momenti devi andare sul sicuro: non accelerare se stai già correndo troppo, non saltare troppo in alto da sfiorare il sole e bruciarti, non prendere una rincorsa troppo ampia da non vedere che sei a ridosso di un burrone.

Rabbia stupore la parte l’attore
Dottore che sintomi ha la felicità
Evoluzione il cielo in prigione
Questa non è un’esercitazione
Forza e coraggio
La sete il miraggio
La luna nell’altra metà
Lupi in agguato il peggio è passato

Forse fa male eppure mi va
Di stare collegato
Di vivere di un fiato
Di stendermi sopra al burrone
Di guardare giù
La vertigine non è
Paura di cadere
Ma voglia di volare”

Lo dice anche lui, Jovanotti. Lasciati cullare dalle sue parole.

Fidati di te: tutto ciò che senti, l’incertezza che provi, è perché stai vivendo!

2. Se decidi di cambiare qualcosa perché proprio non riesci più a sostenere l’incertezza, non farlo se prima non ti sei assicurato di aver capito quanto è successo sino a quel momento.
Non mandare tutto all’aria se prima non hai fissato cosa è andato bene e cosa potrebbe essere andato male.
Non cambiare resettando tutto ciò che hai fatto sino a quel momento, perché potrebbe insegnarti qualcosa e poi.. rispettati; rispetta le tue scelte passate anche se, forse, non proprio azzeccate.
Il mio maestro, Massimo Bruscaglioni, direbbe “Cambia per Aggiunta”. Aggiungi possibilità alle tue prospettive e alla tua persona ma non devastare tutto ciò che fatto fino a quel momento.
Quindi, non cambiare per impeto di rabbia o di non sopportazione della tua incertezza: prima cerca tutte le risposte possibili di ricognizione della situazione attuale e poi aggiungi un pezzettino di cambiamento.

Poi, anche se nell’incertezza, goditi la pienezza della vita.

***************************************************************************************************

Fonte articolo: http://chrisguillebeau.com/