“Tutti” non è il tuo cliente. (Seth Godin) 

 

Una piccola storia:

_________________

Gary Halbert, uno dei più grandi copywriter al mondo, durante una sua lezione chiese agli studenti:

“Se voi ed io fossimo proprietari di due diversi fast-food, in competizione, quale sarebbe il vantaggio che vi porterebbe ad essere il migliore?”

Prezzi più bassi, carne di qualità migliore, location curata, staff accogliente; queste alcune delle risposte fornite, ma nessuna andava bene a Gary.

Disse, quindi, ai suoi alunni che molto probabilmente la competizione, quindi,  l’avrebbe vinta il suo fast food semplicemente perché aveva UN SOLO VANTAGGIO COMPETITIVO

… una folla affamata!

                                            _________________

 

Gary Halbert svela il segreto “non segreto” che molti professionisti dimenticano:

Il cliente… per lo più affamato!

Si tende a badare alla qualità del servizio offerto, alla promozione su tutti i canali, al prezzo (sempre basso, non si sa mai) ma.. ci si dimentica di lui: il cliente, la parte più importante da analizzare  per un approccio Very Business Oriented. 

Portiamo la discussione su LinkedIn:  il nostro profilo è pronto, bello lustrato di tutte le nostre esperienze, con una miriade di competenze confermate, qualche referenza qua e là, ma… ALT!!

Un buon profilo LinkedIn sarà sempre poco efficace se:

  • Parla a tutti (che è come dire “non parla a nessuno”). Il profilo LinkedIn ha una sola regola fondamentale, davanti tutte le altre: dovrebbe essere “Customer – Oriented”; quindi, è bene focalizzare la propria energia creativa e generativa verso una particolare nicchia di clienti. Paradossalmente,parlare a “tutti” è molto più dispendioso e meno profittevole che parlare ad un target specifico.
  • Non parla lo stesso linguaggio del cliente, non risuona con le sue emozioni e stati d’animo. Non sottovalutarlo: far sentire il cliente che è nel posto giusto, con il professionista giusto, è fondamentale per il passaggio all’azione (il contatto o la vendita del servizio o la richiesta di collaborazione).
  • Non usa le stesse parole che il tuo cliente userebbe; parliamo di reperibilità a livelli di SEO e parole chiave. Il cliente ha sempre ragione, sa cosa vuole e quindi… cosa googlare o domandare tramite la ricerca avanzata LinkedIn.

Quindi, entra in risonanza con il tuo cliente, con la tua nicchia, il tuo target (che dir si voglia).

Dai uno sguardo alle tue possibilità professionali e prova a capire in che modo puoi contribuire a migliorare QUEL pezzettino della sua vita.

Chiediti cosa puoi fare per lui e non come lui può essere utile a te; costruisci una panoramica della sua qualità di vita, del suo general sentiment, dei suoi obiettivi, dei suoi sogni, dei suoi limiti e punti di forza.

Come? Le possibilità per camminare nelle sue scarpe sono tante e se lo desideri ho delle dispense, per te, con dei piccoli esercizi funzionali a questo (totally free). Contattami qui, su LinkedIn (ma dai?), oppure scrivimi a info@enricavincenti.it .

Prima di chiudere, ci tengo a specificare un ultimo punto.

Gentile candidato, non sentirti escluso da questo discorso perché pensi di non aver un cliente da conquistare. L’azienda nella quale desideri essere inserito (neo – laureato o adulto in ricollocamento che tu sia) è fatta di persone, che come tutti, hanno bisogni, desideri e si lasciano attrarre da personalità risonanti con i propri obiettivi aziendali. Il lavoro sul cliente presenterà delle sfumature diverse, ma resterà comunque importante.

                                     _________________

LA PERLA DI #LINKEDIN: La potenza del tuo profilo è direttamente proporzionale al tuo impegno investito nello studio del cliente. Non prescindere da questo: presidiare i bisogni, le sfide e l’atteggiamento del tuo target ti consentirà di essere la sua miglior risposta!

Schedule appointment

Thank you for your message. It has been sent.
There was an error trying to send your message. Please try again later.

ev_admin

Vestibulum ante ipsum

Vestibulum ac diam sit amet quam vehicula elementum sed sit amet dui. Donec rutrum congue leo eget malesuada vestibulum.

Learn more about us

Leave A Comment