L’iniziativa   Dalla Parte di “Chi Cerca Lavoro”    parte da un preciso intento: dar voce ai Job Seeker in Italia, ovvero a coloro i quali il proprio lavoro è cercare lavoro.

Più il mondo del lavoro cambia, più questo diventa competitivo.. e più le aziende si chiudono nei dictat “uno su mille ce la fa” oppure “only the brave”.

All’aumentare della domanda di lavoro crescono gli algoritmi per filtrare le candidature pervenute in azienda e la voce del job seeker è sempre più in sordina.

Il contesto, quindi, è questo: le aziende oggi cercano l’eccellenza ed i millenials non hanno vita facile.
Ma l’eccellenza, potenzialmente, potrebbe essere nascosta in ogni job seeker… determinato, pieno di desiderio e volontà, competente e competitivo, preparato e proattivo.

In questa prima intervista parliamo di Carla Rubino, ma lei è solo una dei tanti job seeker che vorrebbero avere un piccolo spazio per raccontarsi e guadagnarsi una porzione di visibilità che in qualche modo possa poi diventare virale: per farsi conoscere, per fare networking, per parlare di sé e creare nuove opportunità professionali.

Ecco, così nasce l’idea di dar voce ai job seeker tramite delle interviste che possano mettere in luce la propria strategia della ricerca del lavoro, i propri punti di forza ed ambizioni.

 

linea divisore_187

 

Enrica: Carla, racconta un po’ di te.

Carla: Ho 30 anni e fino ad ora ho fatto tante cose bellissime: mi sono occupata di musica e spettacolo, ho fatto esperienze all’estero, mi sono laureata in Lingue, ho conosciuto tante persone, ho divorato libri di sociologia e filosofia e ho fatto un master in Risorse Umane per approfondire le tematiche relative al lavoro di cui sono appassionata. Oggi frequento un corso di Web Marketing e scrivo articoli per un blog rivolto a giovani che si affacciano al mondo del lavoro: in questo modo ho la possibilità di coniugare la mia passione per la scrittura col desiderio di aiutare chi, come me, è alla ricerca di nuove sfide lavorative.

Enrica: Cosa ti piacerebbe fare nella vita? 

CarlaMi piace aiutare gli altri a realizzarsi e a dare il meglio. Questo può passare tramite un lavoro nel campo delle Risorse Umane, in cui dare valore e collocare al meglio un lavoratore. Oppure, tramite un uso mirato e ragionato degli strumenti comunicativi digitali, mi piacerebbe aiutare aziende e/o privati a valorizzarsi. In entrambi i casi sarebbe fantastico poter affiancare un/a professionista del settore che possa arricchire le mie competenze e a cui poter dare il mio contributo.

Enrica: Come si svolge la tua giornata tipo?

Carla: La mattina mi sveglio di buon’ora e, dopo aver controllato l’email e i social network (dove leggo le novità e mi candido ad offerte di lavoro), mi metto all’opera per il prossimo articolo del blog. Il pomeriggio di solito lo dedico alla formazione: studio, partecipo a webinar, leggo articoli, ecc. Successivamente esco, mi dedico alle commissioni, faccio un po’ di attività fisica (anche semplicemente una passeggiata) da sola o in compagnia.

Enrica: Come cerchi lavoro? 

CarlaCredo che il mezzo più efficace per cercare lavoro siano le relazioni: quando parlo con gli amici o conosco nuove persone, chiedo loro di cosa si occupano e racconto ciò che faccio o vorrei fare. In questo modo possono nascere collaborazioni, ci si può scambiare dritte e possono crearsi opportunità inimmaginabili. Questo vale anche e soprattutto per i social network: LinkedIn,ad esempio,si è rivelata una miniera di contatti e spunti fantastici di cui non riuscirei più a fare a meno.

EnricaQuali sono, secondo te, i 3 elementi essenziali della Ricerca Attiva del Lavoro?

Carla: 1. Essere social: imparare ad usare in modo strategico i social network e a sfruttarne le grandi potenzialità;
2. Studiare: essere curiosi, aggiornarsi, valutare diversi approcci. Bisogna studiare perché per fare (bene), bisogna sapere;
3. Non scoraggiarsi: vietato lagnarsi e ascoltare le lagne altrui. Cercare lavoro è difficile e trovarlo può essere davvero un’impresa ma bisogna abituarsi a trovare soluzioni, non problemi ;)

Enrica: Che mondo sogni?

Carla: Il fil rouge di tutte le esperienze che ho avuto è stato il desiderio di far dialogare mondi diversi: dapprima gli studi linguistici e le esperienze di interpretariato e traduzione, successivamente lo studio della gestione delle risorse umane, ambito in cui lavoratori e datori di lavoro spesso non parlano la stessa lingua; sono tutte esperienze che ho vissuto con la consapevolezza che, attraverso l’ascolto e il rispetto reciproco, ciascuno possa trovare la propria realizzazione. Sogno un mondo in cui ciascuno possa avere il proprio posto.

Enrica: C’è qualcosa che vorresti dire al tuo potenziale datore di lavoro o nuovo collaboratore?

Carla: Vorrei dirgli/le che sarò felice di ricambiare la sua fiducia aggiungendo tutto il valore che posso al nostro lavoro, accogliendo le sfide e impegnandomi a costruire affiatamento e complicità. Vota Carla!

Enrica: Vuoi aggiungere altro?

Carla: Vorrei ringraziarti per avermi dato questo spazio in cui mi sono fatta portavoce di me stessa e di quanti si trovano in una situazione simile alla mia.  Invito chiunque si senta in qualche modo vicino a quello che ho detto, a farsi sentire: mi piacerebbe conoscere le vostre esperienze, condividere idee, spunti o, magari, progetti. Fatevi avanti!

Schedule appointment

Thank you for your message. It has been sent.
There was an error trying to send your message. Please try again later.

ev_admin

Vestibulum ante ipsum

Vestibulum ac diam sit amet quam vehicula elementum sed sit amet dui. Donec rutrum congue leo eget malesuada vestibulum.

Learn more about us

Leave A Comment